Tuscia Misteriosa e Insolita, il libro sull’esoterismo scritto da Claudio Lattanzi

di Malvi Commenta

Tuscia Misteriosa e Insolita, un libro che conduce i lettori in un lungo viaggio in una terra misteriosa...

Tuscia Misteriosa e Insolita. Esoterismo, leggende nere, enigmi irrisolti, templari” è l’ultimo libro scritto da Claudio Lattanzi, giornalista e saggista umbro che attraverso la sua creazione ha voluto condurre un viaggio nel magico mondo dell’esoterismo.

esoterismo libro


Il libro si concentra appunto sulla Tuscia: così si chiamava l’Etruria dopo la fine del dominio etrusco. Una zona antichissima che nasconde un passato arcaico e una storia misteriosa. E proprio sui misteri di questa terra si concentra il libro di Claudio Lattanzi. Nonostante non sia una zona particolarmente turistica, la Tuscia è in grado di garantire una quantità sconfinata di misteri collegati ad un passato denso di eventi che si dispiega dagli Etruschi fino all’epoca moderna, come affermato dall’autore del libro. Il percorso del libro tocca alcune zone cruciali, per esempio Bomarzo che ospita la colossale e inspiegabile piramide scavata nella pietra migliaia di anni fa all’interno di un bosco e che ancora oggi è luodo misterioso e di attrazione per chi ama l’esoterismo e tutte le leggende che molto spesso vengono costruite intorno a luoghi specifici. E ancora, particolare attenzione sarà daia ai templari, da sempre fonte di mistero, e alla Cuccumella di Vulci, una gigante costruzione simile ad una gigantesca tomba che ospita quello che ad oggi è considerato il più grande labirinto scavato nella roccia che si conosca al mondo.

Ti potrebbe interessare anche:

CASTING THE CIRCLE, IL PROGETTO DI SARA BENAGLIA TRA ESOTERISMO, POLITICA E SACRO 

I 20 LIBRI DA LEGGERE SULL’ESOTERISMO CRISTIANO

BOSCO ISABELLA, TRA ROMANTICISMO ED ESOTERISMO

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>